Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi. Proseguendo nella navigazione di questo sito o cliccando sul bottone 'Accetta e Chiudi', acconsenti all’uso di tutti i cookie.


A TUTTO HOTSPOT!!!


La rete Hotspot gratuita by AntennADSL si allarga, Fattoria Le Due Rose, Mama's Caffè e il Comune di San Giovanni in Tuscia, ora sono raggiunte dal nostro servizio di Internet gratuito.

Mama's Caffè: Mama's Cafe è un bar sito a Viterbo che delizia i propri clienti a tutte le ore, grazie a menu diversificati e a ottimi piatti e bevande. Presso il locale è inoltre possibile divertirsi con piacevoli aperitivi, feste ed eventi personalizzati e serate con musica dal vivo.

Fattoria Le Due Rose: Il Circolo equestre Fattoria delle Due Rose, a Vetralla (Viterbo) vi aspetta per presentarvi tutte le attività, vi dà il benvenuto sul proprio sito e vi invita a navigare al suo interno per scoprire prodotti e servizi su misura ideati per vivere insieme un'esperienza emozionale unica a contatto con la natura, i cavalli e gli animali della fattoria, la storia ed i sapori della Tuscia.

Comune di San Giovanni in Tuscia:  Il piccolo centro nel cuore di una vallata ricca di vegetazione, pare fosse già abitato in epoca Etrusca e Romanica, come testimoniano i reperti rinvenuti nelle campagne circostanti. Nell'antico borgo medievale sono caratteristiche le case prive di intonaco con muri a pietra, molti monumenti di rilevanza notevole andarono distrutti durante le invasioni e i saccheggi che il paese subì nei secoli, causa anche la vicinanza con due strade di notevole importanza strategica la via Clodia e la Via Cassia che mettevano a repentaglio la sicurezza della cittadina, continuamente presa di mira dagli eserciti diretti a Roma. Le incursioni che segnarono maggiormente la città furono quelle dei Longobardi di re Liutprando e di Federico II. Nel corso dei secoli San Giovanni fu sempre contesa tra le Signorie locali e la Chiesa e passò dai Di Vico agli Orsini e da questi ultimi agli Anguillara, fino a quando papa Pio II decise di concedere il feudo nella Camera Apostolica.

 
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti e promozioni in tempo reale.

Privacy e Termini di Utilizzo